lunedì, Luglio 22, 2024

TotalEnergies e NNPCL espandono le perforazioni in Nigeria

Must read

L’importanza della sicurezza informatica e della comunicazione ad essa dedicata

È vero, in questo caso non si è trattato di un attacco di sicurezza informatica. Ma il “piccolo” incidente di percorso capitato a Crowdstrike, una delle più...

Chevron accelera lo sviluppo sfruttando le nuove tecnologie

"Le nuove tecnologie possono fare la differenza nel campo dello sviluppo energetico offshore", dichiara Matt Johnson, specialista nello sviluppo dei giacimenti e nell'ottimizzazione del...

Saipem si aggiudica i lavori per il gasdotto GreenStream

La società energetica Saipem si è aggiudicata un contratto per la sorveglianza e i servizi di intervento sottomarino per il gasdotto GreenStream, che collega...

TotalEnergies vende la sua quota in SPDC JV

TotalEnergies EP Nigeria, controllata africana della multinazionale francese, ha annunciato di aver raggiunto un accordo di compravendita con Chappal Energies - azienda energetica con...

Il colosso francese TotalEnergies e la Nigerian National Petroleum Corporation Ltd, società petrolifera nigeriana, detengono la partecipazione della licenza OML 58 con un rapporto 40/60. OML 58, che si trova in Nigeria a 80 km da Port Harcourt, alimenta sia il mercato interno dello Stato africano, sia l’impianto di liquefazione Nigeria LNG.

Attualmente, questa licenza ha all’attivo due pozzi produttivi: il giacimento petrolifero di Obagi e quello di gas e condensati di Ibewa. Oggi, le due società energetiche sono giunte ad un accordo per sviluppare un altro giacimento di gas, quello di Ubeta.

Leggi anche: Shell acquisirà Pavilion Energy

Ubeta, che sarà composto da un cluster di sei pozzi e collegato al centro di trattamento del gas di Obite, avvierà la propria produzione di gas e condensati entro il 2027, con una produzione stimata di 300 milioni di piedi cubi al giorno. Il gas estratto andrà ad alimentare l’impianto Nigeria LNG, di cui TotalEnergies detiene il 15%.

Per abbattere quanto più possibile le emissioni di CO2 verranno installati una serie di pannelli solari dalla capacità di 5MW, che consentiranno di elettrificare l’impianto di perforazione.

Mike Sangster, vicepresidente senior Africa, esplorazione e produzione di TotalEnergies, ha dichiarato: “Ubeta è l’ultimo di una serie di progetti sviluppati da TotalEnergies in Nigeria. Sono lieto che possiamo lanciare questo nuovo progetto sul gas, reso possibile dai recenti incentivi del governo per gli sviluppi del gas non associato. Ubeta si adatta perfettamente alla nostra strategia di sviluppo di progetti a basso costo e a basse emissioni e contribuirà all’economia nigeriana attraverso maggiori esportazioni Nigeria LNG”.

OilGasNews.it vi invita alla quarta edizione del PGE – Pipeline&Gas Expo, in programma a Piacenza nel 2026

Latest article

L’importanza della sicurezza informatica e della comunicazione ad essa dedicata

È vero, in questo caso non si è trattato di un attacco di sicurezza informatica. Ma il “piccolo” incidente di percorso capitato a Crowdstrike, una delle più...

Chevron accelera lo sviluppo sfruttando le nuove tecnologie

"Le nuove tecnologie possono fare la differenza nel campo dello sviluppo energetico offshore", dichiara Matt Johnson, specialista nello sviluppo dei giacimenti e nell'ottimizzazione del...

Saipem si aggiudica i lavori per il gasdotto GreenStream

La società energetica Saipem si è aggiudicata un contratto per la sorveglianza e i servizi di intervento sottomarino per il gasdotto GreenStream, che collega...

TotalEnergies vende la sua quota in SPDC JV

TotalEnergies EP Nigeria, controllata africana della multinazionale francese, ha annunciato di aver raggiunto un accordo di compravendita con Chappal Energies - azienda energetica con...

Scoperto un giacimento di petrolio immenso in Kuwait

La compagnia petrolifera Kuwait Oil Company, dell'omonimo paese emirato, ha annunciato la scoperta di un giacimento incredibilmente vasto nell'offshore al largo dell'Isola Failaka. Stando...