martedì, Febbraio 7, 2023

Totalenergies sosterrà l’Iraq nello sviluppo sostenibile delle proprie risorse naturali

Must read

Messico. Sette giacimenti concentrano più della metà della produzione di liquidi

Secondo i dati della Commissione Nazionale degli Idrocarburi (CNH), dei 247 giacimenti petroliferi attivi nel paese, sette concentrano la metà della produzione dei liquidi. Infatti...

Saipem – Due contratti offshore da 900 milioni di dollari

Saipem si è aggiudicata due contratti offshore per un importo complessivo di circa 900 milioni di dollari. Il primo contratto - in partnership con Aker...

CNH approva le dimissioni di Repsol nei due blocchi delle acque pocoprofonde del Golfo

La compagnia spagnola in totale lascerà cinque aree nel Golfo del Messico e nemanterrà soltanto uno che si trova in acque profonde.La Commissione Nazionale...

Argentina. La giustizia autorizza l'esplorazione in mare aperto

La Corte Federale d'Appello ha autorizzato alla compagnia petrolifera nazionale YPF laripresa della ricerca di gas e petrolio nel mare argentino, stabilendo però che...

Si torna sempre dove si è stati bene”, così recita il celebre proverbio; ne è prova il recente accordo stipulato tra Totalenergies, i ministeri iracheni per il petrolio e l’elettricità e la Commissione nazionale per gli investimenti dell’Iraq, paese in cui la compagnia petrolifera francese, precedentemente “Total”, ha avviato le sue attività nel lontano 1920 con la scoperta del campo di Kirkuk.

L’accordo e i progetti per un futuro sostenibile.

L’obiettivo è quello di sostenere il paese nel costruire un futuro più sostenibile attraverso un migliore impiego delle risorse naturali presenti come, ad esempio, la riduzione del gas flaring, il quale genera inquinamento atmosferico ed emissioni di gas serra, la gestione delle risorse idriche e lo sviluppo dell’energia solare.

Con un investimento totale di circa 10 miliardi di dollari (quota del 100%), Totalenergies, con il supporto delle autorità irachene, avrà il compito di:

  1. Realizzare una nuova rete di distribuzione e raccolta del gas per rifornire le centrali elettriche locali ed ottimizzare la produzione di petrolio e gas nel campo di Ratawi.
  2. Costruire una nuova unità di trattamento delle acque marine per migliorare la capacità di trasporto ed irrigazione dei campi dell’Iraq meridionale, senza aumentare gli sprechi d’acqua.
  3. Costruire una centrale fotovoltaica con una capacità di 1GWp per fornire elettricità alla rete della regione di Bassora. Questo progetto sarà di vitale importanza, data la recente carenza di elettricità e il forte aumento della domanda da parte della popolazione.
Patrick Pouyanné, CEO di Totalenergies, durante le firme dell’accordo.

Patrick Pouyanné, Presidente e CEO di TotalEnergies, ha dichiarato: “Questo progetto illustra perfettamente il nuovo modello di sviluppo sostenibile di TotalEnergies, una società multi-energia che supporta i paesi produttori nella loro transizione energetica, combinando la produzione di gas naturale e l’energia solare per soddisfare la crescente domanda di elettricità. Dimostra anche come TotalEnergies possa sfruttare la sua posizione unica in Medio Oriente, una regione in cui vengono prodotti gli idrocarburi a più basso costo, per ottenere l’accesso a progetti rinnovabili su larga scala“.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Messico. Sette giacimenti concentrano più della metà della produzione di liquidi

Secondo i dati della Commissione Nazionale degli Idrocarburi (CNH), dei 247 giacimenti petroliferi attivi nel paese, sette concentrano la metà della produzione dei liquidi. Infatti...

Saipem – Due contratti offshore da 900 milioni di dollari

Saipem si è aggiudicata due contratti offshore per un importo complessivo di circa 900 milioni di dollari. Il primo contratto - in partnership con Aker...

CNH approva le dimissioni di Repsol nei due blocchi delle acque pocoprofonde del Golfo

La compagnia spagnola in totale lascerà cinque aree nel Golfo del Messico e nemanterrà soltanto uno che si trova in acque profonde.La Commissione Nazionale...

Argentina. La giustizia autorizza l'esplorazione in mare aperto

La Corte Federale d'Appello ha autorizzato alla compagnia petrolifera nazionale YPF laripresa della ricerca di gas e petrolio nel mare argentino, stabilendo però che...

Snam acquista 5 i nuovi impianti di biogas agricolo in Veneto e Friuli Venezia-Giulia

IES Biogas, controllata di Snam4Environment, società del gruppo Snam attiva nel settore del biometano e dell'economia circolare, ha acquistato cinque impianti di biogas agricolo...