giovedì, Maggio 13, 2021

TREVI COMPLETA LA CESSIONE DEL BUSINESS OIL&GAS AL GRUPPO INDIANO MEIL PER 116 MILIONI DI EURO

Must read

Il Suriname riceve offerte per meno del 50% delle zone offshore disponibili

Il Suriname ha ricevuto solo 10 offerte delle aree situate nelle acque poco profonde, ricevendo così proposte per 3 degli 8 blocchi che erano...

Chevron conferma guadagni per 1,4 miliardi di dollari nel primo trimestre 2021

Il gigante petrolifero Chevron Corporation ha confermato un guadagno di 1,4 miliardi di dollari rispetto ai 3,6 miliardi del primo trimestre 2020. Nel trimestre in...

BP ha triplicato i suoi profitti nel primo trimestre 2021

La compagnia petrolifera BP ha triplicato i suoi profitti trimestrali grazie a scambi eccezionali di gas, prezzi del petrolio più alti e margini di...

La perforazione di pozzi in Messico si riduce del 73%

La Camera Nazionale di Idrocarburi (CNH) ha presentato la relazione trimestrale che riguarda le attività di perforazione dei pozzi fino al 31 marzo 2021. Nel...

Dopo l’annuncio di fine 2019 e la firma del contratto di compravendita avvenuta il 5 agosto 2019, l’azienda Trevi di Cesena ha ora completato in due tranche, tra febbraio e marzo 2020, la cessione della sua divisione oil&gas al gruppo indiano MEIL, colosso delle costruzioni e delle infrastrutture.

Nell’ambito dell’operazione, è stata trasferita a MEIL l’intera proprietà di Drillmec Spa, Drillmec Inc. e Petreven Spa, controllate di Trevi specializzate nei servizi all’industria energetica, per un controvalore complessivo di 116,4 milioni di euro (di cui 22 milioni erano già stati corrisposti in una fase precedente del deal).

In particolare – spiega il gruppo Trevi in una nota – “una parte del prezzo corrisposto da MEIL verrà utilizzato da Trevifin, prima del lancio dell’aumento di capitale, per il rimborso dell’indebitamento bancario relativo alla divisione Oil&Gas, già oggetto di accollo da parte della società, in conformità con quanto previsto dall’accordo di ristrutturazione sottoscritto in data 5 agosto 2019 e omologato dalla Corte d’Appello di Bologna in data 10 gennaio 2020.

Sono lieto che, anche grazie all’approccio cooperativo del gruppo MEIL, il gruppo Trevi abbia potuto portare a termine questa operazione, che rappresenta un’importante pietra miliare nel processo di ristrutturazione aziendale, nonostante le enormi difficoltà che stiamo affrontando a causa della pandemia Covid-19”, ha dichiarato Sergio Iasi, Chief Restructuring Officer, del Gruppo Trevi. “Con l’esecuzione dell’aumento di capitale deliberato dal Consiglio di Amministrazione lo scorso 17 luglio, il cui completamento è previsto entro il mese di maggio, il processo di ristrutturazione sarà completato, con un nuovo inizio per il gruppo Trevi, che porterà sfide e opportunità”.

Con la cessione della divisione Oil&Gas – ha aggiunto Giuseppe Caselli, Amministratore Delegato di Trevi – possiamo concentrarci sempre più sulle priorità strategiche quali il rafforzamento del nostro core business unitamente alla crescita, sia in termini di volumi che di redditività, delle nostre attività. Dai mesi precedenti stiamo lavorando per ottimizzare e migliorare la nostra organizzazione e i nostri processi al fine di renderli funzionali al perseguimento dei nostri obiettivi. Sebbene la pandemia Covid-19 stia paralizzando il mondo, e considerando che le prospettive di un rapido ritorno all’attività regolare sono ancora incerte, siamo consapevoli del nostro potenziale e molto fiduciosi di quanto abbiamo seminato prima e durante la crisi. Inoltre, se consideriamo che il gruppo può contare su una diversificazione territoriale, che può certamente agevolare il nostro lavoro in fasi straordinarie come queste, possiamo dire di essere pronti a cogliere tutte le opportunità che si presenteranno”.

È un onore per noi dare il benvenuto a Drillmec e Petreven nel gruppo MEIL. L’ulteriore crescita dimensionale e di scala fornite da questa acquisizione rafforzeranno la dimensione globale del gruppo, che entra nel business dell’oil&gas” ha detto Srinivas Bommareddy, Presidente del Gruppo MEIL.

L’operazione è stata guidata dal Chief Restructuring Officer, Sergio Iasi, con il supporto, quali consulenti della società per gli aspetti legali dello Studio Gianni, Origoni, Grippo, Grippo, Cappelli & Partners, dello Studio Tremonti Romagnoli Piccardi e Associati, Steptoe & Johnson LLP, Morgan, Lewis & Bockius e PricewaterhouseCoopers, per gli aspetti finanziari, degli advisor Vitale & Co., Lazard & Co., Stamford Avenue Partners S.A.S., Parks, Paton, Hoepfl & Brown, LLC e Simmons Energy (Divisione di Piper Jaffray Ltd.).

Il Gruppo MEIL è stato assistito da Link Legal India Law Services e dallo Studio Gatti Pavesi Bianchi, Gemma & Partner per gli aspetti legali, e da Artha Arbitrage Consulting LLP, per gli aspetti finanziari.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Il Suriname riceve offerte per meno del 50% delle zone offshore disponibili

Il Suriname ha ricevuto solo 10 offerte delle aree situate nelle acque poco profonde, ricevendo così proposte per 3 degli 8 blocchi che erano...

Chevron conferma guadagni per 1,4 miliardi di dollari nel primo trimestre 2021

Il gigante petrolifero Chevron Corporation ha confermato un guadagno di 1,4 miliardi di dollari rispetto ai 3,6 miliardi del primo trimestre 2020. Nel trimestre in...

BP ha triplicato i suoi profitti nel primo trimestre 2021

La compagnia petrolifera BP ha triplicato i suoi profitti trimestrali grazie a scambi eccezionali di gas, prezzi del petrolio più alti e margini di...

La perforazione di pozzi in Messico si riduce del 73%

La Camera Nazionale di Idrocarburi (CNH) ha presentato la relazione trimestrale che riguarda le attività di perforazione dei pozzi fino al 31 marzo 2021. Nel...

Perù: riprende la produzione di petrolio nella zona settentrionale

Il Blocco 67, situato nella località di Loreto, ha ripreso le sue attività dopo un anno di paralisi a causa dei bassi prezzi del...