lunedì, Luglio 22, 2024

Woodside Energy ha avviato il tie-back Shenzi North nel Golfo del Messico

Must read

L’importanza della sicurezza informatica e della comunicazione ad essa dedicata

È vero, in questo caso non si è trattato di un attacco di sicurezza informatica. Ma il “piccolo” incidente di percorso capitato a Crowdstrike, una delle più...

Chevron accelera lo sviluppo sfruttando le nuove tecnologie

"Le nuove tecnologie possono fare la differenza nel campo dello sviluppo energetico offshore", dichiara Matt Johnson, specialista nello sviluppo dei giacimenti e nell'ottimizzazione del...

Saipem si aggiudica i lavori per il gasdotto GreenStream

La società energetica Saipem si è aggiudicata un contratto per la sorveglianza e i servizi di intervento sottomarino per il gasdotto GreenStream, che collega...

TotalEnergies vende la sua quota in SPDC JV

TotalEnergies EP Nigeria, controllata africana della multinazionale francese, ha annunciato di aver raggiunto un accordo di compravendita con Chappal Energies - azienda energetica con...

Woodside, azienda energetica globale con sede in Australia, ha avviato la produzione di petrolio dal giacimento Shenzi North, situato nell’offshore americano del Golfo del Messico.

Si tratta di un tie-back sottomarino, ovvero un collegamento al giacimento principale Shenzi, che lo scopo di aumentare la capacità produttiva del progetto. La piattaforma Shenzi, che produce circa 100 mila barili di petrolio e 50 milioni di piedi cubi standard di gas al giorno (MMscfd), è detenuta al 72% da Woodside e al 28% da Repsol ed il giacimento è stato scoperto nel 2002.

L’avvio di Shenzi North dimostra ulteriormente il valore delle attività di Woodside nel Golfo del Messico negli Stati Uniti, acquisite come parte della fusione con le attività petrolifere di BHP nel 2022. La prima produzione a Shenzi North mostra come stiamo sfruttando le infrastrutture esistenti per aumentare la produzione e fornire rendimenti interessanti dalle nostre attività nel Golfo del Messico.   

Portare il progetto dal FID al primo petrolio in 26 mesi è un grande risultato. Mi congratulo con il team di progetto per aver portato questa risorsa in produzione in modo sicuro, ben prima del previsto”, ha dichiarato Meg O’Neill, Amministratore Delegato di Woodside

Latest article

L’importanza della sicurezza informatica e della comunicazione ad essa dedicata

È vero, in questo caso non si è trattato di un attacco di sicurezza informatica. Ma il “piccolo” incidente di percorso capitato a Crowdstrike, una delle più...

Chevron accelera lo sviluppo sfruttando le nuove tecnologie

"Le nuove tecnologie possono fare la differenza nel campo dello sviluppo energetico offshore", dichiara Matt Johnson, specialista nello sviluppo dei giacimenti e nell'ottimizzazione del...

Saipem si aggiudica i lavori per il gasdotto GreenStream

La società energetica Saipem si è aggiudicata un contratto per la sorveglianza e i servizi di intervento sottomarino per il gasdotto GreenStream, che collega...

TotalEnergies vende la sua quota in SPDC JV

TotalEnergies EP Nigeria, controllata africana della multinazionale francese, ha annunciato di aver raggiunto un accordo di compravendita con Chappal Energies - azienda energetica con...

Scoperto un giacimento di petrolio immenso in Kuwait

La compagnia petrolifera Kuwait Oil Company, dell'omonimo paese emirato, ha annunciato la scoperta di un giacimento incredibilmente vasto nell'offshore al largo dell'Isola Failaka. Stando...