giovedì, Gennaio 20, 2022

Attacco cibernetico alla rete di oleodotti degli Stati Uniti

Must read

Nel 2021 le esportazioni di PDVSA sono aumentate del 66%

Secondo i dati di PDVSA Il livello medio delle esportazioni di petrolio dal Venezuela ha raggiunto il livello di 628.900 barili al giorno nel...

Argentina. Vaca Muerta potrebbe esportare 13.000 milioni di euro l’anno

Il presidente dell'Istituto Argentino del Petrolio e del Gas (IAPG), ha pubblicato un’analisi dello scenario del settore degli idrocarburi di fronte alla transizione energetica...

Ecuador aumenta le sue vendite annuali di petrolio del 51%

Secondo le cifre annunciate dal Ministero di Energia, il paese ha aumentato le vendite di petrolio del 51%, passando da 4.150 milioni di euro...

Perù. La raffineria di Talara entrerà in servizio ad aprile

La compagnia Petroperú ha annunciato che la nuova raffineria di Talara entrerà in funzione gradualmente a partire dal mese di aprile. Il complesso contribuirà...

La compagnia Colonial Pipeline ha dovuto chiudere le valvole alla propria rete di oleodotti di 8850 km che trasportano il 45% di petrolio che rifornisce la costa ovest degli Stati Uniti.

Questa volta non è stata la rottura di un tubo, ma l’attacco informatico di una squadra di hacker.

L’oleodotto, con una capacità di 2,5 milioni di barili al giorno, trasporta benzina e carburante per aerei lungo la costa orientale del paese dai campi petroliferi del Texas al porto di New York.

Un tale attacco potrebbe essere stato provocato da un tipo di malaware o un ransomware, che richiede il pagamento di ingenti somme di denaro per sbloccare i file o sistemi informatici.

In risposta a questo attacco informatico, abbiamo bloccato in modo preventivo alcuni sistemi per contenere la minaccia, che ha provocato l’interruzione una parte delle operazioni della pipeline e quindi la fornitura di carburante ai nostri clienti“, ha riferito la società nel comunicato stampa.

In questo momento l’FBI sta eseguendo le indagini, ma per quanto riguarda le infrastrutture strategiche di questo tipo, é stata coinvolta anche la “Cybersecurity and Infrastructure Security Agency” che appartiene al Dipartimento per la Sicurezza Nazionale.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Nel 2021 le esportazioni di PDVSA sono aumentate del 66%

Secondo i dati di PDVSA Il livello medio delle esportazioni di petrolio dal Venezuela ha raggiunto il livello di 628.900 barili al giorno nel...

Argentina. Vaca Muerta potrebbe esportare 13.000 milioni di euro l’anno

Il presidente dell'Istituto Argentino del Petrolio e del Gas (IAPG), ha pubblicato un’analisi dello scenario del settore degli idrocarburi di fronte alla transizione energetica...

Ecuador aumenta le sue vendite annuali di petrolio del 51%

Secondo le cifre annunciate dal Ministero di Energia, il paese ha aumentato le vendite di petrolio del 51%, passando da 4.150 milioni di euro...

Perù. La raffineria di Talara entrerà in servizio ad aprile

La compagnia Petroperú ha annunciato che la nuova raffineria di Talara entrerà in funzione gradualmente a partire dal mese di aprile. Il complesso contribuirà...

Messico. Pemex riceverà le chiavi di Deer Park il 20 gennaio

Petróleos Mexicanos (Pemex) assumerà il controllo della raffineria di Deer Park, situata in Texas il 20 gennaio, questo è quanto emerge dalla chiusura dell'accordo...