sabato, Luglio 31, 2021

DAL PARLAMENTO CROATO VIA LIBERA AL NUOVO RIGASSIFICATORE OFFSHORE ALL’ISOLA KRK

Must read

TechnipFMC acquisisce TIOS AS

TechnipFMC ha recentemente comunicato di voler acquisire il restante 49% delle azioni di TIOS AS, la joint venture costituita nel 2018 in collaborazione con...

Saipem – conti in ribasso nel primo semestre 2021 e un piano strategico per guardare al futuro

I risultati del primo semestre 2021. Dopo aver chiuso il primo semestre 2021 con un risultato netto negativo di 779 milioni, attraverso le parole dell’AD...

Iveco fornirà a GLS 120 dei suoi nuovi camion S-WAY alimentati a gas naturale liquefatto

I nuovi camion della gamma S-WAY. Iveco ha recentemente presentato S-WAY, la nuova gamma di veicoli per il trasporto pesante on-road, in grado di offrire...

Eni collabora con BASF per sviluppare bio-propanolo avanzato dagli scarti industriali

Una nuova tecnologia per la filiera dei biocombustibili. La strategia di Eni di sostenere lo sviluppo della filiera dei biocombustibili di “generazione avanzata” continua e...

Il progetto di un nuovo rigassificatore offshore al largo della coste della Croazia ha ricevuto il definitivo via libera anche dal Parlamento dello stato balcanico, che nei giorni scorsi ha approvato una legge il cui obbiettivo – secondo l’agenzia Reuters, che ha riportato la notizia – è quello di facilitare tutte una serie di passaggi procedurali della nuova opera.

Il terminale, considerato strategico dall’Unione Europea per l’attuazione della politica energetica comunitaria, che ha tra i suoi obbiettivi quello di raggiungere una maggiore diversificazione delle fonti di approvvigionamento e contestualmente ridurre l’eccessiva dipendenza dalla Russia per le forniture di gas, sorgerà sull’isola di Krk, nel Mar Adriatico settentrionale, e verrà realizzato in due fasi: prima la piattaforma galleggiante e poi le strutture di ricezione a terra, che dovranno essere collegate con la rete nazionale del gas della Croazia.

LNG Croatia, la società incaricata di realizzare il progetto, ha recentemente chiarito che il costo del terminal galleggiante è stato ridotto di 90 milioni di euro, a 250 milioni di euro, e la sua capacità limitata rispetto alle previsioni iniziali, per garantire una maggiore profittabilità della struttura.

Proprio in ragione del ruolo strategico che il rigassificatore croato giocherà nei piani di Bruxelles, l’Unione co-fiananzierà la sua realizzazione mettendo a disposizione 101,4 milioni di euro, mentre la parte restante dei fondi necessari verrà reperita tramite emissione di azioni e ricorso al debito.

La nuova legge approvata dall’assemblea di Zagabria – passata con 77 voti favorevoli su 151 – ha riacceso le polemiche da parte di alcuni gruppi ambientalisti, che criticano l’intero progetto del rigassificatore e hanno già annunciato nuove proteste.

Una volta realizzato, il nuovo impianto di LNG Croatia, servirà a rifornire di gas i paesi dell’Europa centrale e orientale, regioni che ad oggi dipendono fortemente dalle forniture di gas russo.

Proprio in questi giorni è in svolgimento una gara per individuare il soggetto che dovrà fornire l’unità FSRU (Floating Storage Rigassification Unit), mentre in un secondo momento dovrà essere avviata un’ulteriore procedura per assegnarne la gestione operativa e commerciale.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

TechnipFMC acquisisce TIOS AS

TechnipFMC ha recentemente comunicato di voler acquisire il restante 49% delle azioni di TIOS AS, la joint venture costituita nel 2018 in collaborazione con...

Saipem – conti in ribasso nel primo semestre 2021 e un piano strategico per guardare al futuro

I risultati del primo semestre 2021. Dopo aver chiuso il primo semestre 2021 con un risultato netto negativo di 779 milioni, attraverso le parole dell’AD...

Iveco fornirà a GLS 120 dei suoi nuovi camion S-WAY alimentati a gas naturale liquefatto

I nuovi camion della gamma S-WAY. Iveco ha recentemente presentato S-WAY, la nuova gamma di veicoli per il trasporto pesante on-road, in grado di offrire...

Eni collabora con BASF per sviluppare bio-propanolo avanzato dagli scarti industriali

Una nuova tecnologia per la filiera dei biocombustibili. La strategia di Eni di sostenere lo sviluppo della filiera dei biocombustibili di “generazione avanzata” continua e...

TotalEnergies annuncia una nuova scoperta di petrolio nel Blocco 58 al largo delle coste del Suriname

A distanza di un anno dalle scoperte di Maka Central e Sapakara West-1, TotalEnergies e Apache Energy, sussidiaria di APA Corporation, hanno annunciato una...