martedì, Maggio 17, 2022

È ARRIVATO IN CROAZIA IL NUOVO RIGASSIFICATORE CHE OPERERÀ IN ADRIATICO

Must read

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

E’ arrivata nei giorni scorsi presso l’isola croata di kkr la LNG Croatia, l’unità FSRU (floating storage and regasification unit) parte integrante del nuovo terminal GNL che inizierà ad operare ufficialmente il prossimo 1 gennaio sulla costa orientale dell’Adriatico.

L’ex nave gasiera, appositamente trasformata per il suo nuovo compito, è approdata a Kkr con a bordo il suo primo carico di gas liquefatto, la cui lavorazione costituirà di fatto l’avvio delle attività commerciali del nuovo terminal, come ha spietato LNG Croatia, la società – posseduta interamente dallo Stato tramite due diverse entità controllate (HEP e Plinarco) – che ha realizzato il progetto, promosso dal Governo di Zagabria e co-finanziato dalla Commissione Europea.

Ieri (2 dicembre), dopo l’ormeggio della FSRU, sono iniziate le attività di test e commissioning, compresa la verifica della funzionalità dei sistemi di bordo della LNG Croatia e degli impianti terrestri, e proseguiranno nelle prossime settimane prima del via definitivo alle operazioni previsto per l’inizio del nuovo anno.

L’unità galleggiante ha una capacità di stoccaggio complessiva di circa 140.000 metri cubi di gas naturale liquefatto ed è equipaggiata con tre unità di rigassificazione in grado di processare al massimo 451.000 metri cubi di metano ogni ora, anche se a regime lavorerà ad una capacità standard di 300.000 metri cubi all’ora, ovvero 2,6 miliardi di metri cubi all’anno.

Il Ministero dell’Economia croato ha reso noto che la capacità del nuovo terminal è già prenotata al 100% per il triennio 2021-22-23, e che fino al 2027 la capacità è al momento prenotata per l’84%.

Il terminal GNL di Kkr immetterà il metano rigassificato nella rete nazionale di gasdotti della Croazia, che è collegata con una serie di Paesi vicini: Slovenia, Italia, Ungheria, Serbia e Montenegro.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Eni sigla un accordo in Congo per l’aumento della produzione e fornitura di GNL

Si è conclusa con successo la missione di Eni in Congo. A Brazzaville, l’amministratore delegato Claudio Descalzi ha firmato una lettera d’intenti con il...