venerdì, Aprile 23, 2021

ESPLOSIONE A BORDO DI UNA NAVE DI SAIPEM NEL MAR CASPIO: FERITE 14 PERSONE

Must read

Il RINA affiancherà il gruppo olandese Vopak nello sviluppo del business relativo al GNL

Il gruppo genovese RINA ha firmato con Vopak LNG un accordo quadro per la fornitura di servizi di ingegneria a consulenza finalizzati a supportare...

La Turchia prende in consegna la sua prima FSRU con bandiera nazionale

E’ arrivata nel porto di Dörtyol, città nella provincia di Hatay, la FSRU Ertuglrul Gazi, la terza Floating Storage and Rigassification Unit attiva nel...

L’Eni studia uno spin-off del business oil&gas in West Africa e Medio Oriente

L’Eni starebbe pensando ad uno spin-off di tutto il business oil&gas di West Africa e Medio Oriente, con l’obbiettivo di raccogliere risorse con cui...

Total rivede i suoi piani per il Sudafrica: stop a nuove esplorazioni e focus sui giacimenti già scoperti

Total ha deciso di rivedere completamente i suoi piani di investimento in Sudafrica, concentrando tempo e risorse nello sfruttamento di due giacimenti recentemente scoperti...

Grave incidente a bordo della nave Israfil Huseynov, operata da Saipem per la posa di tubazioni nel Mar Caspio nell’ambito del progetto Shah Deniz II.

Secondo quanto riferito dallo stesso contractor italiano in una nota, nella serata di ieri a bordo della pipe-layer è avvenuta un’esplosione che ha causato il ferimento di 14 persone, tutte dipendenti del gruppo Saipem. Nelle prime ore di questa mattina è stato quindi completato il trasporto in ospedale di tutto il personale rimasto coinvolto nell’incidente, che – precisa Saipem – è avvenuto nel corso della manutenzione di un macchinario durante le operazioni di posa di tubazioni.

Sette dei quattordici feriti, che sono di nazionalità italiana, inglese, azera, rumena, malese e croata, sono in terapia intensiva a causa delle ustioni riportate.

“Saipem – si conclude la nota – esprime vicinanza ai dipendenti coinvolti e alle loro famiglie e continuerà ad adoperarsi per l’immediato rimpatrio dei feriti più lievi e per il trasferimento degli altri in centri medici specializzati”.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Il RINA affiancherà il gruppo olandese Vopak nello sviluppo del business relativo al GNL

Il gruppo genovese RINA ha firmato con Vopak LNG un accordo quadro per la fornitura di servizi di ingegneria a consulenza finalizzati a supportare...

La Turchia prende in consegna la sua prima FSRU con bandiera nazionale

E’ arrivata nel porto di Dörtyol, città nella provincia di Hatay, la FSRU Ertuglrul Gazi, la terza Floating Storage and Rigassification Unit attiva nel...

L’Eni studia uno spin-off del business oil&gas in West Africa e Medio Oriente

L’Eni starebbe pensando ad uno spin-off di tutto il business oil&gas di West Africa e Medio Oriente, con l’obbiettivo di raccogliere risorse con cui...

Total rivede i suoi piani per il Sudafrica: stop a nuove esplorazioni e focus sui giacimenti già scoperti

Total ha deciso di rivedere completamente i suoi piani di investimento in Sudafrica, concentrando tempo e risorse nello sfruttamento di due giacimenti recentemente scoperti...

L’Eni ottiene una nuova concessione onshore nell’emirato di Ras Al Khaimah

L’Eni ha ulteriormente rafforzato la sua presenza negli Emirati Arabi con una nuova concessione ‘terrestre’. Il gruppo italiano, tramite la controllata locale Eni RAK, ha...