martedì, Maggio 17, 2022

INTESA SANPAOLO VALUTA UN FINANZIAMENTO AL PROGETTO RUSSO ARCTIC LNG 2

Must read

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

La banca Intesa Sanpaolo starebbe valutando di prendere parte al finanziamento del maxi-progetto russo Arctic LNG 2, in cui è coinvolta anche Saipem.

A rivelarlo – secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Reuters – è stato Antonio Fallico, alla guida della divisione russa dell’istituto finanziario italiano.

Arctic LNG 2, progetto guidato dalla corporation russa (privata) del gas Novatek, vede coinvolti altri top-player internazionali del settore energetico come la francese Ttotal, le cinesi China National Petroleum Corp e CNOOC e il consorzio giapponese Arctic LNG.

A realizzare gli impianti di liquefazione del gas naturale che sorgeranno nel distretto di Tazovsky, situato nella regione amministrativa autonoma di Yamal – Nenets, nella parte occidentale della penisola di Gydan, in Russia, sarà un consorzio guidato da TechnipFMC, di cui fa parte anche Saipem, che parteciperà (tramite due diversi contratti) sia alla costruzione di piattaforme a gravità in cemento (Gravity Based Structures) che di tre linee di gas naturale liquefatto, ciascuna con una capacità di circa 6,6 milioni di tonnellate per anno (MTPA).

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Eni sigla un accordo in Congo per l’aumento della produzione e fornitura di GNL

Si è conclusa con successo la missione di Eni in Congo. A Brazzaville, l’amministratore delegato Claudio Descalzi ha firmato una lettera d’intenti con il...