lunedì, Luglio 22, 2024

McDermott ottiene il via libera per un sistema di stoccaggio dell’idrogeno liquido

Must read

Chevron accelera lo sviluppo sfruttando le nuove tecnologie

"Le nuove tecnologie possono fare la differenza nel campo dello sviluppo energetico offshore", dichiara Matt Johnson, specialista nello sviluppo dei giacimenti e nell'ottimizzazione del...

Saipem si aggiudica i lavori per il gasdotto GreenStream

La società energetica Saipem si è aggiudicata un contratto per la sorveglianza e i servizi di intervento sottomarino per il gasdotto GreenStream, che collega...

TotalEnergies vende la sua quota in SPDC JV

TotalEnergies EP Nigeria, controllata africana della multinazionale francese, ha annunciato di aver raggiunto un accordo di compravendita con Chappal Energies - azienda energetica con...

Scoperto un giacimento di petrolio immenso in Kuwait

La compagnia petrolifera Kuwait Oil Company, dell'omonimo paese emirato, ha annunciato la scoperta di un giacimento incredibilmente vasto nell'offshore al largo dell'Isola Failaka. Stando...

CB&I, leader mondiale nella progettazione di grandi impianti di stoccaggio di proprietà di McDermott, ha ricevuto da parte di DNV (società di classificazione e gestione del rischio nel settore maritime) l’AiP (Approval in Principle – approccio alla classificazione basato sul rischio), per la progettazione di un innovativo sistema di stoccaggio dell’idrogeno liquido a bordo di navi metaniere in collaborazione con Shell International Trading and Shipping Company Limited.

Il progetto prevede un sistema di contenimento basato sulla tecnologia sferica sottovuoto di CB&I per lo stoccaggio onshore.

Secondo le stime dell’azienda il design dovrebbe essere scalabile fino a 40mila metri cubi per singolo serbatoio, con tassi di ebollizione previsti inferiori allo 0,1% al giorno nel caso dei serbatoi piccoli e inferiore allo 0,5% nel caso di quelli grandi.

Il sistema di contenimento è stato sviluppato su un progetto di nave ideato da Houlder, azienda specializzata in progettazione ingegneristica e prevede uno scafo ottimizzato per il carico a bassa densità intorno a tre grandi serbatoi.

Cesar Canals, Vicepresidente senior di CB&I, ha commentato:

“Grazie alla collaborazione con Shell e DNV, stiamo rendendo più economici lo stoccaggio e il trasporto di idrogeno liquido su larga scala. Questa approvazione rappresenta un’importante pietra miliare nel rendere questa tecnologia innovativa disponibile a tutte le aziende che desiderano costruire vettori LH2, e attendiamo con impazienza le possibilità che ciò porterà all’avanzamento della catena di approvvigionamento energetico dell’idrogeno.”

“Si tratta di un traguardo importante, frutto di tanto duro lavoro e collaborazione tra aziende che lavorano in prima linea nell’innovazione in questo settore. – ha aggiunto Steve Brown, Technology Manager di Shell – Per sostenere il ruolo dell’idrogeno liquido nella transizione energetica è fondamentale dimostrare con urgenza il suo potenziale come vettore energetico praticabile e il raggiungimento di questo AiP è un passo significativo nella giusta direzione”.

“Siamo lieti di essere stati invitati da CB&I a lavorare su questo AiP. L’idrogeno, con il suo potenziale come vettore energetico e combustibile, svolgerà probabilmente un ruolo significativo nella transizione energetica. È importante che le industrie perseguano con sicurezza le nuove tecnologie garantendo al tempo stesso la sicurezza. Un AiP serve a rafforzare questa fiducia dimostrando la valutazione di soluzioni innovative rispetto a standard stabiliti, indipendenti e affidabili” ha concluso poi Ivar Håberg ,Direttore di Approvazione e Classificazione delle Navi DNV.

Latest article

Chevron accelera lo sviluppo sfruttando le nuove tecnologie

"Le nuove tecnologie possono fare la differenza nel campo dello sviluppo energetico offshore", dichiara Matt Johnson, specialista nello sviluppo dei giacimenti e nell'ottimizzazione del...

Saipem si aggiudica i lavori per il gasdotto GreenStream

La società energetica Saipem si è aggiudicata un contratto per la sorveglianza e i servizi di intervento sottomarino per il gasdotto GreenStream, che collega...

TotalEnergies vende la sua quota in SPDC JV

TotalEnergies EP Nigeria, controllata africana della multinazionale francese, ha annunciato di aver raggiunto un accordo di compravendita con Chappal Energies - azienda energetica con...

Scoperto un giacimento di petrolio immenso in Kuwait

La compagnia petrolifera Kuwait Oil Company, dell'omonimo paese emirato, ha annunciato la scoperta di un giacimento incredibilmente vasto nell'offshore al largo dell'Isola Failaka. Stando...

Saipem si aggiudica due contratti in Arabia Saudita

Saipem è riuscita ad aggiudicarsi due grossi contratti offshore in Arabia Saudita, nell'ambito del progetto Long-Term Agreement di Saudi Aramco. Secondo uno dei due...