venerdì, Gennaio 27, 2023

Nel 2020 il Qatar resta il primo esportatore mondiale di GNL, in un mercato franto dal Covid

Must read

CNH approva le dimissioni di Repsol nei due blocchi delle acque pocoprofonde del Golfo

La compagnia spagnola in totale lascerà cinque aree nel Golfo del Messico e nemanterrà soltanto uno che si trova in acque profonde.La Commissione Nazionale...

Argentina. La giustizia autorizza l'esplorazione in mare aperto

La Corte Federale d'Appello ha autorizzato alla compagnia petrolifera nazionale YPF laripresa della ricerca di gas e petrolio nel mare argentino, stabilendo però che...

Snam acquista 5 i nuovi impianti di biogas agricolo in Veneto e Friuli Venezia-Giulia

IES Biogas, controllata di Snam4Environment, società del gruppo Snam attiva nel settore del biometano e dell'economia circolare, ha acquistato cinque impianti di biogas agricolo...

Eni si candida in UK per una licenza di stoccaggio di CO2 nel giacimento di Hewett

Eni UK annuncia di aver sottoposto alla North Sea Transition Authority (NSTA) la candidatura per una licenza di stoccaggio di anidride carbonica nel giacimento...

Nel 2020 il Qatar si è confermato il primo esportatore mondiale di GNL, con l’Australia che però ha accorciato di molto le distanze e insidia il primato, il tutto nel contesto di un mercato globale che ha rallentato sensibilmente a causa della pandemia di coronavirus.

Secondo i numeri dell’ultimo report settimanale della broker house genovese Banchero Costa, che cita come fonte il sito specializzato Refinitiv, nel corso del 2020 il commercio mondiale di gas naturale liquefatto ha riguardato un volume complessivo di 362 milioni di tonnellate, l’1,2% in più rispetto al 2019. Se a un primo sguardo la performance può apparire dignitosa, non va dimenticato che l’anno precedente l’incremento era stato dell’11,6% e nel 2018 del 9,1%. Una crescita di appena un punto percentuale costituisce quindi una brusca frenata del trend di lungo periodo per il GNL, la cui domanda è stata colpita – come quella di tutte le altre commodity energetiche – dalla diffusione del virus Covid-19 e dagli effetti delle misure di lockdown.

Non tutte le aree del mondo, comunque, hanno evidenziato le stesse dinamiche: in Asia, infatti, la domanda di gas naturale liquefatto ha sostanzialmente tenuto, con le importazioni cinesi che sono aumentate dell’11,1% (a 67,1 milioni di tonnellate) rispetto al 2019. Bene anche Taiwan che ha registrato un +7,7% (17,6 milioni di tonnellate) e l’India con un +12,9% (25,3 milioni di tonnellate). Stabile invece la Corea del Sud, con un +0,5% (40,6 milioni di tonnellate), mentre sono calate le importazioni di GNL del Giappone (-2,3% a 74,6 milioni di tonnellate) e dell’Unione Europea (-6,6% a 62,7 milioni di tonnellate).

Sul fronte dell’offerta di GNL, il Qatar nel 2020 si è confermato – come detto – il primo esportatore mondiale con 77,6 milioni di tonnellate, stesso identico volume del 2019, ma l’Australia è sempre più vicina avendo esportato sui mercati globali 77,3 milioni di tonnellate di gas liquefatto, con un incremento dello 0,6% rispetto all’anno precedente. In forte crescita l’export americano, pari a 48,3 milioni di tonnellate (+31,9%), mentre sono calati i volumi esportati dalla Russia (-2,3% a 27,9 milioni di tonnellate) e dal Sud Est asiatico (-5,6% a 45,4 milioni di tonnellate).

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

CNH approva le dimissioni di Repsol nei due blocchi delle acque pocoprofonde del Golfo

La compagnia spagnola in totale lascerà cinque aree nel Golfo del Messico e nemanterrà soltanto uno che si trova in acque profonde.La Commissione Nazionale...

Argentina. La giustizia autorizza l'esplorazione in mare aperto

La Corte Federale d'Appello ha autorizzato alla compagnia petrolifera nazionale YPF laripresa della ricerca di gas e petrolio nel mare argentino, stabilendo però che...

Snam acquista 5 i nuovi impianti di biogas agricolo in Veneto e Friuli Venezia-Giulia

IES Biogas, controllata di Snam4Environment, società del gruppo Snam attiva nel settore del biometano e dell'economia circolare, ha acquistato cinque impianti di biogas agricolo...

Eni si candida in UK per una licenza di stoccaggio di CO2 nel giacimento di Hewett

Eni UK annuncia di aver sottoposto alla North Sea Transition Authority (NSTA) la candidatura per una licenza di stoccaggio di anidride carbonica nel giacimento...

YPFB investirà nel sistema di distribuzione del gas naturale di Puerto Suárez

Il sistema di distribuzione del gas naturale andrà a beneficio del settore produttivo della città di Puerto Suárez (al confine con il Brasile), poiché...