sabato, Maggio 15, 2021

Pavilion importa a Singapore il primo carico di GNL con emissioni compensate

Must read

Petrobras firma il contratto per la costruzione della settima unità di Búzios

Petrobras ha firmato un contratto con la società Keppel Shipyard Limited per la costruzione della piattaforma P-78, la settima unità che si installerá nel...

Oxy perde 346 milioni di dollari nel primo trimestre

Occidental Petroleum, una delle compagnie Upstream più importanti degli Stati Uniti, ha dichiarato una perdita di 346 milioni di dollari nel primo trimestre 2021. I...

IEA: le scorte di petrolio tornano a livelli più normali

Dopo quasi un anno di forte limitazione dell'offerta da parte dei paesi dell'OPEC e dei suoi alleati, le scorte petrolifere mondiali che si sono...

Shell fa una grande scoperta di petrolio nel Golfo del Messico

Con la perforazione del pozzo Leopard, Shell ha trovato un giacimento di petrolio con uno spessore di oltre 183 metri, in questo momento gli...

Il gruppo Pavilion Energy ha annunciato di aver importato a Singapore il primo carico di GNL (Gas Naturale Liquefatto) ‘carbon neutral’, ovvero con emissioni di CO2 compensate.

In sostanza, in questo genere di operazioni le parti coinvolte sostengono progetti per la riduzione delle emissioni di anidride carbonica per un quantitativo analogo a quello emesso durante tutte le fasi di ‘vita’ del carico, dalla sua estrazione fino alla lavorazione (in questo caso liquefazione), al trasporto e alla consegna, in modo da compensarle e arrivare ad un saldo netto pari a zero.

Pavilion Energy, controllata dal fondo sovrano di Singapore Temasek Holdings, ha spiegato che le emissioni connesse con questo carico, dal pozzo alla cisterna di stoccaggio, saranno compensate con la rimozione dal mercato di un ammontare corrispondente di crediti di carbonio, originati dal portafoglio di progetti di compensazione della CO2 della stessa Pavilion.

In particolare, i crediti utilizzati provengono dai progetti Evio Kuinaji Ese’Eja Cuana in Perù e Liangdu Afforestation in Cina, relativi alla riforestazione. Il gruppo energetico di Singapore non ha fornito ulteriori dettagli riguardo a questo carico, né sul fornitore. La Reuters però ricorda che all’inizio di quest’anno Pavilion aveva firmato un accordo di fornitura di gas naturale liquefatto con l’americana Chevron e un altro con Qatar Petroleum Trading: in entrambi i casi la corporation asiatica aveva richiesto che i carichi fossero accompagnati da una dichiarazione attestante il quantitativo di CO2 emesso, dalla testa del pozzo alla consegna del GNL in banchina. Evidentemente per poter poi compensare questi quantitativi di CO2.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Petrobras firma il contratto per la costruzione della settima unità di Búzios

Petrobras ha firmato un contratto con la società Keppel Shipyard Limited per la costruzione della piattaforma P-78, la settima unità che si installerá nel...

Oxy perde 346 milioni di dollari nel primo trimestre

Occidental Petroleum, una delle compagnie Upstream più importanti degli Stati Uniti, ha dichiarato una perdita di 346 milioni di dollari nel primo trimestre 2021. I...

IEA: le scorte di petrolio tornano a livelli più normali

Dopo quasi un anno di forte limitazione dell'offerta da parte dei paesi dell'OPEC e dei suoi alleati, le scorte petrolifere mondiali che si sono...

Shell fa una grande scoperta di petrolio nel Golfo del Messico

Con la perforazione del pozzo Leopard, Shell ha trovato un giacimento di petrolio con uno spessore di oltre 183 metri, in questo momento gli...

Il Suriname riceve offerte per meno del 50% delle zone offshore disponibili

Il Suriname ha ricevuto solo 10 offerte delle aree situate nelle acque poco profonde, ricevendo così proposte per 3 degli 8 blocchi che erano...