mercoledì, Maggio 18, 2022

PETROBRAS VENDE PARTE DELLA SUA PARTECIPAZIONE NEL POST-SAL

Must read

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

La compagnia statale brasiliana Petrobras ha iniziato la vendita di una parte della sua partecipazione azionaria nei blocchi offshore situati nel bacino dello Spirito Santo.

Tutti i blocchi sono stati aggiudicati nel 2013 nell’ambito dell’unidicesima asta ANP Bidding Round e attualmente si trovano nella fase di esplorazione strettamente legata alle recenti scoperte del giacimento Post-sal del Parque dos Deuses, Parque dos Doces e Parque dos Cachorros, che nel loro assieme potrebbero contenere volumi significativi di idrocarburi.

Il processo di assegnazione di Petrobras legato alle azioni di Equinor e Total è in corso e dovrebbe concludersi entro la fine dell’anno.

Petrobras ha inoltre avviato la fase non vincolante relativa alla vendita del 35% del suo campo Manati, operato nel bacino di Camamu, nello stato di Bahia.

Il campo si trova a 10 km dalla città costiera di Cairú ad una profondità compresa tra 35 e 50 metri. La produzione nel campo Manati è iniziata nel 2007 con una media di 105 b/d di condensato e 1,27 MMcm/d di gas naturale attraverso la perforazione di sei pozzi sottomarini collegati alla piattaforma PMNT-1.

Un gasdotto trasporta inizialmente il gas in una stazione di compressione a terra, dalla quale un secondo tratto di 90 km si collega ad un impianto di lavorazione.

Gli altri soci che operano nel campo Manati sono Enauta Participações (45%), Geopark Brasil E&P de Petróleo e Gás (10%) e Brasoil Manati Exploração Petrolífera (10%).

La partecipazione di Petrobras è la seguente:

ES-M-596_R11 Petrobras (50%) – operatore Equinor (50%)

ES-M-598_R11 Petrobras (40%); Equinor (40%) – operatore Enauta (20%)

ES-M-671_R11 Petrobras (40%); Equinor (35%) – operatore Total (25%)

ES-M-673_R11 Petrobras (40%); Equinor (40%) – operatore Enauta (20%)

ES-M-743_R11 Petrobras (40%); Equinor (35%) – operatore Total (25%).

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Eni sigla un accordo in Congo per l’aumento della produzione e fornitura di GNL

Si è conclusa con successo la missione di Eni in Congo. A Brazzaville, l’amministratore delegato Claudio Descalzi ha firmato una lettera d’intenti con il...