sabato, Maggio 15, 2021

PREZZI DEL GNL: L’INDUSTRIA PREME PER SVINCOLARSI DAL PETROLIO

Must read

Petrobras firma il contratto per la costruzione della settima unità di Búzios

Petrobras ha firmato un contratto con la società Keppel Shipyard Limited per la costruzione della piattaforma P-78, la settima unità che si installerá nel...

Oxy perde 346 milioni di dollari nel primo trimestre

Occidental Petroleum, una delle compagnie Upstream più importanti degli Stati Uniti, ha dichiarato una perdita di 346 milioni di dollari nel primo trimestre 2021. I...

IEA: le scorte di petrolio tornano a livelli più normali

Dopo quasi un anno di forte limitazione dell'offerta da parte dei paesi dell'OPEC e dei suoi alleati, le scorte petrolifere mondiali che si sono...

Shell fa una grande scoperta di petrolio nel Golfo del Messico

Con la perforazione del pozzo Leopard, Shell ha trovato un giacimento di petrolio con uno spessore di oltre 183 metri, in questo momento gli...

I principali player dell’industria internazionale del GNL premono per svincolare le dinamiche di prezzo del gas naturale liquefatto dall’indicizzazione col petrolio, guardando ad un nuovo meccanismo che rifletta i fondamentali del mercato, nonostante i rischi connessi all’attuale situazione di eccesso di offerta.

E’ quanto emerso, secondo la cronaca di S&P Global Platts, nel corso dell’evento online Japan LNG Producer-Consumer Conference 2020. Nonostante questa intenzione comune, però, all’interno del settore manca ancora un accordo su come un nuovo meccanismo di definizione dei prezzi dovrebbe funzionare nel concreto.

In ogni caso, l’attuale situazione risulta particolarmente dannosa soprattutto per le compagnie di trading asiatiche, che nei mesi scorsi hanno comprato carichi di GNL con prezzi indicizzati al petrolio e poi sono state costrette a rivenderli sul mercato spot a cifre più basse, a causa proprio dell’eccesso di offerta. Questo fenomeno si è verificato in misura particolarmente massiccia in Giappone, dove molti importatori di gas naturale liquefatto sono legati ai loro fornitori da contratti di lungo periodo (indicizzati al petrolio) con prezzi di acquisto a livelli ben più elevati di quelli che attualmente caratterizzano il mercato spot.

Se quindi per trader e importatori esiste la necessità di legare la dinamiche di prezzo dei contratti di fornitura del GNL all’andamento del mercato, secondo alcuni produttori ed esportatori – come la malese Petronas – non è possibile fare riferimento esclusivamente al mercato spot, perché questo non offrirebbe alcuna protezione ai venditori di gas naturale liquefatto, che devono ammortizzare investimenti ingenti e quindi hanno bisogno di una certa stabilità nel medio lungo periodo.

Una potenziale soluzione a cui si guarda è un modello ibrido, che svincoli il prezzo del GNL da quello del petrolio ma che inserisca comunque dei sistemi per calmierare le oscillazioni del mercato spot.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Petrobras firma il contratto per la costruzione della settima unità di Búzios

Petrobras ha firmato un contratto con la società Keppel Shipyard Limited per la costruzione della piattaforma P-78, la settima unità che si installerá nel...

Oxy perde 346 milioni di dollari nel primo trimestre

Occidental Petroleum, una delle compagnie Upstream più importanti degli Stati Uniti, ha dichiarato una perdita di 346 milioni di dollari nel primo trimestre 2021. I...

IEA: le scorte di petrolio tornano a livelli più normali

Dopo quasi un anno di forte limitazione dell'offerta da parte dei paesi dell'OPEC e dei suoi alleati, le scorte petrolifere mondiali che si sono...

Shell fa una grande scoperta di petrolio nel Golfo del Messico

Con la perforazione del pozzo Leopard, Shell ha trovato un giacimento di petrolio con uno spessore di oltre 183 metri, in questo momento gli...

Il Suriname riceve offerte per meno del 50% delle zone offshore disponibili

Il Suriname ha ricevuto solo 10 offerte delle aree situate nelle acque poco profonde, ricevendo così proposte per 3 degli 8 blocchi che erano...