mercoledì, Dicembre 8, 2021

Progetto Barracuda – Shell avvia la produzione di GNL

Must read

Russia diventa il secondo fornitore di petrolio degli Stati Uniti

Nonostante la grande tensione politica in atto tra i due paesi, nel gennaio 2019, un mese prima dell'entrata in vigore delle sanzioni imposte dal...

Guyana. Il Ministro dell’Energia indeciso nella costruzione di nuove raffinerie

Nonostante la scoperta dei 10 miliardi di barili di petrolio scoperti nel Blocco Stabroek e dalle campagne esplorative in altri blocchi, sono diversi gli...

Bolivia. YPFB sostituirà parte delle importazioni di carburante con etanolo nazionale

La compagnia petrolifera statale boliviana YPFB ha riferito che entro il 2022 sostituirà le importazioni di carburante del 20%, risparmierà valuta estera e genererà...

La produzione petrolifera colombiana tocca 740.000 barili al giorno in ottobre

Il Ministero delle Miniere e dell'Energia della Colombia (Minenergía) ha riferito che la produzione di petrolio in ottobre ha raggiunto una media di 740.000...

Shell Trinidad & Tobago ha annunciato l’avvio della produzione di GNL presso il Block 5C, conosciuto anche come Progetto Barracuda, nella East Coast Marine Area (ECMA) dei Caraibi.

L’annuncio di oggi rafforza la resilienza e la competitività della posizione di Shell nelle località di Trinidad e Tobago –  ha affermato il Direttore delle Soluzioni Energetiche Maarten Wetselaar – “Questa è un’opportunità chiave di crescita che supporta sia la nostra strategia a lungo termine nel paese sia le nostre ambizioni di crescita a livello globale nel settore del GNL “.

Si tratta del primo progetto “greenfield” per Shell nel paese, con una produzione massima prevista di gas di circa 40.000 Boe/d (barili di petrolio equivalente al giorno).

Eugene Okpere, Senior VP di Shell, ha dichiarato: “Siamo immensamente orgogliosi del nostro personale e del notevole lavoro che è servito per raggiungere questo importante traguardo, considerando soprattutto che le attività di perforazione sono iniziate durante la pandemia di Covid19. Il nostro piano esecutivo ha dovuto essere completamente rivisto per realizzare il business plan, il tutto lavorando a distanza. Sono state necessarie una grande resilienza, adattabilità ed impegno.”

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Russia diventa il secondo fornitore di petrolio degli Stati Uniti

Nonostante la grande tensione politica in atto tra i due paesi, nel gennaio 2019, un mese prima dell'entrata in vigore delle sanzioni imposte dal...

Guyana. Il Ministro dell’Energia indeciso nella costruzione di nuove raffinerie

Nonostante la scoperta dei 10 miliardi di barili di petrolio scoperti nel Blocco Stabroek e dalle campagne esplorative in altri blocchi, sono diversi gli...

Bolivia. YPFB sostituirà parte delle importazioni di carburante con etanolo nazionale

La compagnia petrolifera statale boliviana YPFB ha riferito che entro il 2022 sostituirà le importazioni di carburante del 20%, risparmierà valuta estera e genererà...

La produzione petrolifera colombiana tocca 740.000 barili al giorno in ottobre

Il Ministero delle Miniere e dell'Energia della Colombia (Minenergía) ha riferito che la produzione di petrolio in ottobre ha raggiunto una media di 740.000...

OPEC+ conferma la decisione di aumentare la produzione di 400.000 b/g da gennaio

La 23 .ma riunione dell’OPEC e dei Paesi produttori che non fanno parte di questa istituzione, conferma la sua predisposizione di aumentare la produzione...