mercoledì, Gennaio 20, 2021

SAIPEM OTTIENE DA INPEX UN CONTRATTO PER IL PROGETTO AUSTRALIANO ICHTHYS LNG

Must read

Tre nuove commesse nell’oil&gas per il gruppo Fagioli, che chiude il 2020 con fatturato in crescita

Il gruppo emiliano Fagioli, leader a livello internazionale nei trasporti e nelle movimentazioni di carichi eccezionali, ha ottenuto 3 nuove commesse nel settore oil&gas...

Total avanza nella decarbonizzazione: 2,5 miliardi di dollari per rilevare il 20% di Adani Green Energy

Dopo aver abbandonato l’American Petroleum Institute (API), la principale lobby americana dell’industria oil&gas – ritenuta non sufficientemente schierata sui temi ambientali – e sulla...

Total lascia l’American Petroleum Institute (API), la principale lobby USA dell’oil&gas

Il gruppo francese Total ha deciso di abbandonare – prima tra le grandi major internazionali a farlo – l’American Petroleum Institute (API), la principale...

Oil major sempre più ‘lanciate’ sulle rinnovabili: Equinor e BP costruiranno un maxi parco eolico offshore negli USA

La corporation statale norvegese Equinor, la ex Statoil, in partnership con la major britannica BP, è stata scelta per realizzare ed installare un nuovo...

Saipem si è aggiudicata un contratto per servizi di ingegneria e progettazione front-end (FEED) di un modulo di compressione (BCM) destinato al progetto Ichthys LNG operato da INPEX.

L’azienda italiana prevede l’installazione del BCM nella struttura di processo centrale Ichthys Explorer. Lo ‘scope of work’ comprende l’ingegneria front-end del BCM e include l’opzione di fornire un prezzo su base lump sum per eseguire tutte le attività EPC, dalla progettazione dettagliata fino alla fabbricazione e load out.

Gianalberto Secchi, Area Manager Nord Pacifico/Oceano Indiano orientale della divisione E&C Offshore di Saipem, ha dichiarato: “Questo contratto favorisce la nostra presenza sostenibile in questo mercato strategico”.

Ichthys LNG è considerato uno dei più grandi progetti oil&gas del mondo: si trova in Australia ed è operato da INPEX, affiancata dai partner Total e dalle controllate australiane di CPC Corporation Taiwan, Tokyo Gas, Osaka Gas, Kansai Electric Power, JERA e Toho Gas.

L’impianto produce 8,9 milioni di tonnellate all’anno di gas naturale liquefatto e 1,65 milioni di tonnellate di GPL all’anno.

 

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Tre nuove commesse nell’oil&gas per il gruppo Fagioli, che chiude il 2020 con fatturato in crescita

Il gruppo emiliano Fagioli, leader a livello internazionale nei trasporti e nelle movimentazioni di carichi eccezionali, ha ottenuto 3 nuove commesse nel settore oil&gas...

Total avanza nella decarbonizzazione: 2,5 miliardi di dollari per rilevare il 20% di Adani Green Energy

Dopo aver abbandonato l’American Petroleum Institute (API), la principale lobby americana dell’industria oil&gas – ritenuta non sufficientemente schierata sui temi ambientali – e sulla...

Total lascia l’American Petroleum Institute (API), la principale lobby USA dell’oil&gas

Il gruppo francese Total ha deciso di abbandonare – prima tra le grandi major internazionali a farlo – l’American Petroleum Institute (API), la principale...

Oil major sempre più ‘lanciate’ sulle rinnovabili: Equinor e BP costruiranno un maxi parco eolico offshore negli USA

La corporation statale norvegese Equinor, la ex Statoil, in partnership con la major britannica BP, è stata scelta per realizzare ed installare un nuovo...

GNL: prezzi record in Asia, ma dopo il picco (ormai vicino) la situazione tenderà a normalizzarsi

A causa di un inverno particolarmente freddo, che ha prosciugato le riserve di gas di molti Paesi, e di un’offerta ridotta ai minimi termini,...