giovedì, Maggio 19, 2022

SBARCATI A ORISTANO GLI ULTIMI SERBATOI PER IL DEPOSITO GNL DI HIGAS

Must read

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Sono già arrivati a Oristano, salpati dal porto di Livorno, gli ultimi 4 serbatoi criogenici realizzati dalla società livornese Gaas and Heat per il nuovo deposito di GNL in costruzione da Higas nel porto sardo.

Il nuovo hub di Higas – società controllata dall’armatore internazionale Avenir LNG e partecipata dalla stessa Gas and Heat e da CPL Concordia – sarà costituito in totale da 7 serbatoi con una capacità complessiva di 9.000 metri cubi di gas liquefatto: i primi 3 sono già stati installati a Oristano nel settembre 2019, mentre gli altri 4 hanno attraversato il Tirreno a bordo della nave Happy Dover della compagnia Big Lift, specializzata in trasporti eccezionali e project cargo, e sono sbarcati sulle banchine del futuro terminal di Higas.

Ora 3 serbatori verranno scaricati e installati negli appositi box di calcestruzzo, al fianco dei primi 3 già arrivati nei mesi scorsi, mentre il quarto serbatoio (il settimo, considerando l’intera dotazione), destinato a raccogliere vapore invece che GNL (il vapore si forma naturalmente negli altri serbatoi, viene raccolto e ri-liquefatto per essere poi immesso nuovamente nel sistema), verrà installato all’esterno dei box di cemento e poi collegato con apposite tubazioni al resto dell’impianto.

I lavori – ha quindi fatto sapere Gas and Heat, il cui core business è da anni focalizzato sulla progettazione e realizzazione di infrastrutture dedicate all’utilizzo del GNL come combustibile con interventi svolti in tutto il mondo – stanno procedendo nel rispetto delle tempistiche previste, che fissano il completamento dell’opera e quindi l’arrivo della prima nave carica di gas naturale liquefatto a Oristano il prossimi mese di agosto.

 

 

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Eni sigla un accordo in Congo per l’aumento della produzione e fornitura di GNL

Si è conclusa con successo la missione di Eni in Congo. A Brazzaville, l’amministratore delegato Claudio Descalzi ha firmato una lettera d’intenti con il...