sabato, Maggio 15, 2021

USA: MERCATO PETROLIFERO IN MIGLIORAMENTO SECONDO I DATI DELL’API

Must read

Petrobras firma il contratto per la costruzione della settima unità di Búzios

Petrobras ha firmato un contratto con la società Keppel Shipyard Limited per la costruzione della piattaforma P-78, la settima unità che si installerá nel...

Oxy perde 346 milioni di dollari nel primo trimestre

Occidental Petroleum, una delle compagnie Upstream più importanti degli Stati Uniti, ha dichiarato una perdita di 346 milioni di dollari nel primo trimestre 2021. I...

IEA: le scorte di petrolio tornano a livelli più normali

Dopo quasi un anno di forte limitazione dell'offerta da parte dei paesi dell'OPEC e dei suoi alleati, le scorte petrolifere mondiali che si sono...

Shell fa una grande scoperta di petrolio nel Golfo del Messico

Con la perforazione del pozzo Leopard, Shell ha trovato un giacimento di petrolio con uno spessore di oltre 183 metri, in questo momento gli...

Il mercato petrolifero americano è migliorato in maniera costante e graduale nel mese di luglio, grazie alle scorte che si sono ritirate e alla domanda che ha registrato il suo terzo aumento mensile consecutivo da aprile. Questo è quanto emerso dai dati pubblicati nel rapporto statistico mensile (MSR) dell’American Petroleum Institute (API).

“Sebbene il mercato rimanga instabile, a luglio ci sono stati segnali incoraggianti con un graduale riequilibrio della domanda e dell’offerta di petrolio” ha affermato Dean Forman, capo economista dell’API. “L’aumento del rendimento delle raffinerie statunitensi e dell’utilizzo della capacità produttiva a luglio, insieme al calo delle scorte dai massimi record, ha rafforzato le aspettative per la continua ripresa della domanda”.

Ad aumentare la domanda c’è stata la benzina, con un incremento dovuto all’eliminazione delle restrizioni di circolazione, cosa che ha fatto aumentare la domanda totale di petrolio negli Stati Uniti a 18,3 milioni di barili al giorno (mlnb/g) a luglio, in aumento di 0,7 mlnb/g rispetto al mese precedente, anche se va precisato che il dato è ancora in calo di circa il 12% su base annua.

Nel frattempo, le consegne di carburante per aerei hanno registrato il secondo aumento mensile consecutivo con il +44% tra giugno e luglio e di quasi il +70% da maggio.

Dal lato dell’offerta, luglio ha segnato il quarto mese consecutivo di calo annuale della produzione di petrolio statunitense, che è stata in media di 10,3 mlnb/g.

I cali sono in linea con la diminuzione dell’attività di perforazione dei pozzi di petrolio, che è scesa al livello più basso da luglio 2009. Mentre per quanto riguarda la produzione di liquidi associati all’estrazione di gas naturale è aumentata del 3,8% a luglio con 4,9 mlnm³/g.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Petrobras firma il contratto per la costruzione della settima unità di Búzios

Petrobras ha firmato un contratto con la società Keppel Shipyard Limited per la costruzione della piattaforma P-78, la settima unità che si installerá nel...

Oxy perde 346 milioni di dollari nel primo trimestre

Occidental Petroleum, una delle compagnie Upstream più importanti degli Stati Uniti, ha dichiarato una perdita di 346 milioni di dollari nel primo trimestre 2021. I...

IEA: le scorte di petrolio tornano a livelli più normali

Dopo quasi un anno di forte limitazione dell'offerta da parte dei paesi dell'OPEC e dei suoi alleati, le scorte petrolifere mondiali che si sono...

Shell fa una grande scoperta di petrolio nel Golfo del Messico

Con la perforazione del pozzo Leopard, Shell ha trovato un giacimento di petrolio con uno spessore di oltre 183 metri, in questo momento gli...

Il Suriname riceve offerte per meno del 50% delle zone offshore disponibili

Il Suriname ha ricevuto solo 10 offerte delle aree situate nelle acque poco profonde, ricevendo così proposte per 3 degli 8 blocchi che erano...