domenica, Settembre 25, 2022

VARATA IN GIAPPONE LA PRIMA NAVE PER IL TRASPORTO DI IDROGENO LIQUEFATTO

Must read

Eni compie una nuova importante scoperta di gas a largo di Cipro

Eni annuncia una importante scoperta di gas con il pozzo Cronos-1, nel Blocco 6, a circa 160 chilometri al largo di Cipro, in una...

ExxonMobil scopre nuove riserve di petrolio

Il quinto progetto nel blocco Stabroek condotto dalla compagnia ExxonMobil, prende di mira i tre grandi giacimenti di Uaru, Mako e Snoek. Il pozzo Snoek-1...

Petrobras conclude la vendita dei giacimenti di Ceará

La compagnia petrolifera statale Petrobras, ha affermato in un comunicato di aver concluso la vendita di tutte le sue partecipazioni nei giacimenti onshore di...

Talos Energy e Pemex lavorano a un piano per sviluppare il campo offshore di Zama

La compagnia petrolifera statunitense Talos Energy ha riferito in un rapporto alla Security Exchange Commission che sta lavorando fianco a fianco con Pemex per...

Il cantiere giapponese Kawasaki Heavy Industries ha battezzato, con il nome di Suiso Frontier, la prima nave al mondo destinata a trasportare idrogeno liquefatto, presso il suo stabilimento Kobe Works.

La nave, di proprietà della CO2-free Hydrogen Energy Supply-chain Technology Research Association (HySTRA), è progettata per trasportare grandi quantità di idrogeno liquefatto, che per viaggiare allo stato liquido, in cui occupa 1/800 del volume rispetto allo stato gassoso, deve essere conservato a -253 gradi centigradi.

La cisterna appositamente realizzata per lo stoccaggio dell’idrogeno liquido, che avrà una capacità di 1.250 metri cubi, è attualmente in costruzione da parte del fornitore giapponese Harima Works e verrà poi installata sulla newbuilding, che dovrebbe essere completata e consegnata al suo armatore a fine 2020.

“Una volta ultimata, la Susiso Frontier sarà utilizzata per test e dimostrazioni tecnologiche nel corso del prossimo anno in Giappone, con l’obbiettivo di sviluppare una supply chain energetica internazionale per trasportare in Giappone l’idrogeno liquefatto prodotto in Australia” ha spiegato il cantiere navale nipponico.

Questa nuova catena logistica dovrebbe essere sviluppata nell’ambito dei progetti dimostrativi della New Energy and Industrial Technology Development Organization’s (NEDO) per la creazione di una supply chain marittima dedicata all’idrogeno.

Il progetto pilota, che si concretizzerà nel 2020-2021, prevede la produzione di idrogeno presso un impianto ubicato a Latrobe Valley, in Australia, la liquefazione e lo stoccaggio del prodotto a Hastings e quindi il suo trasporto via mare fino in Giappone, grazie appunto all’impiego della nuova nave Suiso Frontier.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni compie una nuova importante scoperta di gas a largo di Cipro

Eni annuncia una importante scoperta di gas con il pozzo Cronos-1, nel Blocco 6, a circa 160 chilometri al largo di Cipro, in una...

ExxonMobil scopre nuove riserve di petrolio

Il quinto progetto nel blocco Stabroek condotto dalla compagnia ExxonMobil, prende di mira i tre grandi giacimenti di Uaru, Mako e Snoek. Il pozzo Snoek-1...

Petrobras conclude la vendita dei giacimenti di Ceará

La compagnia petrolifera statale Petrobras, ha affermato in un comunicato di aver concluso la vendita di tutte le sue partecipazioni nei giacimenti onshore di...

Talos Energy e Pemex lavorano a un piano per sviluppare il campo offshore di Zama

La compagnia petrolifera statunitense Talos Energy ha riferito in un rapporto alla Security Exchange Commission che sta lavorando fianco a fianco con Pemex per...

Pemex aiuterà a spegnere l’incendio del serbatoio di stoccaggio di petrolio a Cuba

Per ordine del Presidente del Messico, il personale specializzato della compagnia Pemex si è recato a Cuba per aiutare a estinguere l'incendio causato venerdì...