mercoledì, Maggio 25, 2022

IL PAKISTAN ANNULLA LA MAXI-GARA PER LA FORNITURA DI GNL A CUI PARTECIPAVA ANCHE L’ENI

Must read

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

La domanda interna è ancora tropo debole e il Governo del Pakistan ha deciso di cancellare la maxi gara internazionale indetta alcuni mesi fa per assicurarsi una fornitura decennale di gas naturale liquefatto, tra i cui partecipanti, secondo le indiscrezioni di stampa emerse la scorsa estate, ci sarebbe anche l’Eni.

La corporation di San Donato Milanese sarebbe uno dei nomi di primo piano dell’industria energetica internazionale – insieme ad altri veri e propri ‘big’ come SOCAR, PetroChina International Singapore, PetroChina e Trafigura – ad aver risposto alla chiamata di Pakistan LNG, società governativa che aveva lanciato un tender relativo alla fornitura di 240 carichi di GNL (pari a circa 140.000 metri cubi) in 10 anni. Un contratto il cui valore, stimava l’agenzia Reuters, potrebbe raggiungere i 5 miliardi di dollari.

Evidentemente, però, il Pakistan ha deciso di tornare sui suoi passi: sempre in base a quanto riportato dalla Reuters, infatti, il precedente tender sarebbe stato annullato a causa di una domanda di GNL non sufficiente ad assorbire una tale quantità di combustibile e soprattutto a giustificare un contratto di fornitura così a lungo termine.

Pakistan LNG avrebbe infatti deciso di procurarsi il gas naturale liquefatto necessario a soddisfare le proprie necessità in modo più flessibile, ovvero rivolgendosi al mercato spot.

Secondo le fonti (riservate) della Reuters, un contratto di lungo termine potrà nuovamente essere preso in considerazione solo se, e quando, la domanda interna di GNL sarà diventata talmente solida e strutturata da giustificarlo.

 

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Eni sigla un accordo in Congo per l’aumento della produzione e fornitura di GNL

Si è conclusa con successo la missione di Eni in Congo. A Brazzaville, l’amministratore delegato Claudio Descalzi ha firmato una lettera d’intenti con il...