mercoledì, Febbraio 28, 2024

L’ENI ANNUNCIA UN’IMPORTANTE SCOPERTA DI GAS NELL’ONSHORE DELLA NIGERIA

Must read

Festa di Eni per il primo carico di GNL dal Congo

È in produzione, in Congo, il primo carico di Gas Naturale Liquefatto appartenente al progetto Congo LNG di Eni. A festeggiare il primo carico sono...

Accordo tra Equinor e Deepak Fertilizers per fornitura di GNL

La norvegese Equinor ha firmato un accordo della durata di 15 anni con Deepak Fertilizers, società petrolchimica indiana, per la fornitura di gas naturale...

Cronos-2 estende le partecipazioni di Eni nel Blocco 6

Con un comunicato stampa Eni ha oggi annunciato che la trivellazione effettuata nel pozzo Cronos-2, al largo di Cipro, ha portato i risultati sperati....

Uno studio di Shell ha rivelato che la domanda globale di GNL è destinata a salire

Secondo lo studio “GNL Outlook 2024” effettuato da Shell, la domanda globale di gas naturale liquefatto salirà notevolmente entro il 2040. Il fattore principale di...

L’Eni ha appena annunciato una nuova e “importante” (come l’ha definita la stessa azienda italiana) scoperta di gas e condensati nell’onshore della Nigeria.

Il ‘cane a sei zampe’ ha effettuato il ritrovamento tramite la propria consociata NAOC (Eni 20%, operatore, NNPC 60%, Oando 20%), nelle sequenze geologiche profonde dei campi di Obiafu-Obrikom, nella licenza OML 61, ubicata nella regione del delta del Niger.

Il pozzo Obiafu 41 Deep – spiega l’Eni – ha raggiunto una profondità totale di 4.374 metri, incontrando un importante accumulo a gas e condensati nelle sequenze deltaiche sabbiose di età Oligocenica, caratterizzate dalla presenza di oltre 130 m di sabbie di alta qualità mineralizzate. I volumi in posto dell’accumulo sono pari a circa 28 miliardi di metri cubi di gas e 60 milioni di barili di condensato. Ma la scoperta – si legge ancora nella nota – ha ulteriore potenziale che sarà valutato con una nuova campagna di perforazione. Il pozzo ha una capacità produttiva stimata di circa 3 milioni di metri cubi di gas e tremila barili di condensato al giorno, e sarà immediatamente messo in produzione.

Questa nuova scoperta, che fa parte di una campagna di perforazione pianificata da NAOC per esplorare le opportunità delle sequenze profonde sinora non perforate, si inserisce nel già ricco e consolidato business nigeriano dell’Eni, che è presente nel Paese africano fin dal 1962 con attività di produzione, sviluppo ed esplorazione su un totale di 30.049 Km2 nell’onshore e nell’offshore del Delta del Niger. Nel 2018 la produzione equity è stata di 100.000 barili di olio equivalente al giorno.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Festa di Eni per il primo carico di GNL dal Congo

È in produzione, in Congo, il primo carico di Gas Naturale Liquefatto appartenente al progetto Congo LNG di Eni. A festeggiare il primo carico sono...

Accordo tra Equinor e Deepak Fertilizers per fornitura di GNL

La norvegese Equinor ha firmato un accordo della durata di 15 anni con Deepak Fertilizers, società petrolchimica indiana, per la fornitura di gas naturale...

Cronos-2 estende le partecipazioni di Eni nel Blocco 6

Con un comunicato stampa Eni ha oggi annunciato che la trivellazione effettuata nel pozzo Cronos-2, al largo di Cipro, ha portato i risultati sperati....

Uno studio di Shell ha rivelato che la domanda globale di GNL è destinata a salire

Secondo lo studio “GNL Outlook 2024” effettuato da Shell, la domanda globale di gas naturale liquefatto salirà notevolmente entro il 2040. Il fattore principale di...

La raffineria Sarroch di Saras passa al gruppo Vitol

La società olandese Vitol ha acquisito il 35% delle azioni di Saras, storica azienda italiana attiva nel campo della raffinazione di petrolio fondata dalla famiglia Moratti nel...