giovedì, Maggio 13, 2021

OLT OFFSHORE: CONCLUSE CON SUCCESSO LE ASTE PER LA CAPACITA’ DELLA FSRU TOSCANA

Must read

Il Suriname riceve offerte per meno del 50% delle zone offshore disponibili

Il Suriname ha ricevuto solo 10 offerte delle aree situate nelle acque poco profonde, ricevendo così proposte per 3 degli 8 blocchi che erano...

Chevron conferma guadagni per 1,4 miliardi di dollari nel primo trimestre 2021

Il gigante petrolifero Chevron Corporation ha confermato un guadagno di 1,4 miliardi di dollari rispetto ai 3,6 miliardi del primo trimestre 2020. Nel trimestre in...

BP ha triplicato i suoi profitti nel primo trimestre 2021

La compagnia petrolifera BP ha triplicato i suoi profitti trimestrali grazie a scambi eccezionali di gas, prezzi del petrolio più alti e margini di...

La perforazione di pozzi in Messico si riduce del 73%

La Camera Nazionale di Idrocarburi (CNH) ha presentato la relazione trimestrale che riguarda le attività di perforazione dei pozzi fino al 31 marzo 2021. Nel...

Si sono concluse con successo, lo scorso 3 luglio, le aste per il conferimento annuale e pluriennale senza manifestazione di interesse della capacità di rigassificazione del terminal FSRU Toscana, il cosiddetto rigassificatore di Livorno.

OLT Offshore LNG Toscana – la società che gestisce l’impianto – ha spiegato che, con riferimento alle ultime aste, svoltesi dal 1° al 3 luglio 2020, sono stati allocati 26 slot, rispettivamente 22 per l’Anno Termico 2020/2021 e 4 per l’Anno Termico 2021/2022.

Tenuto conto degli slot già allocati durante le precedenti procedure di conferimento, ad oggi risultano allocati per i prossimi Anni Termici 45 slot così distribuiti: 25 slot per l’Anno Termico 2020/2021; 12 slot per l’Anno Termico 2021/2022; 8 slot per l’Anno Termico 2022/2023.

La prossima asta per prodotti di capacità di rigassificazione offerti ad Anno Termico avviato si terrà il 1° settembre 2020.

“Nonostante lo scenario economico-industriale attuale, fortemente provato dall’emergenza che stiamo vivendo a livello mondiale, il trend positivo che abbiamo registrato negli ultimi anni non si ferma, anzi si consolida” dichiara OLT Offshore in una nota. “Con 25 slot allocati per il prossimo Anno Termico andiamo oltre il dato, già ottimo, di luglio 2019, superato poi dal raggiungimento del 100% della capacità allocata per l’Anno Termico in corso. Siamo fiduciosi per il futuro grazie ai numeri del nostro business e all’impegno di tutti i membri del nostro team. Inoltre, grazie all’introduzione delle aste pluriennali, che stanno registrando un crescente interesse da parte degli Utenti, possiamo guardare positivamente anche ai prossimi anni termici, abbiamo già ottimi numeri per il 2021/2022”.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Il Suriname riceve offerte per meno del 50% delle zone offshore disponibili

Il Suriname ha ricevuto solo 10 offerte delle aree situate nelle acque poco profonde, ricevendo così proposte per 3 degli 8 blocchi che erano...

Chevron conferma guadagni per 1,4 miliardi di dollari nel primo trimestre 2021

Il gigante petrolifero Chevron Corporation ha confermato un guadagno di 1,4 miliardi di dollari rispetto ai 3,6 miliardi del primo trimestre 2020. Nel trimestre in...

BP ha triplicato i suoi profitti nel primo trimestre 2021

La compagnia petrolifera BP ha triplicato i suoi profitti trimestrali grazie a scambi eccezionali di gas, prezzi del petrolio più alti e margini di...

La perforazione di pozzi in Messico si riduce del 73%

La Camera Nazionale di Idrocarburi (CNH) ha presentato la relazione trimestrale che riguarda le attività di perforazione dei pozzi fino al 31 marzo 2021. Nel...

Perù: riprende la produzione di petrolio nella zona settentrionale

Il Blocco 67, situato nella località di Loreto, ha ripreso le sue attività dopo un anno di paralisi a causa dei bassi prezzi del...