EDISON CEDE ALLA GRECA ENERGEAN IL BUSINESS ‘EXPLORATION & PRODUCTION’

La corporation energetica italiana Edison ha raggiunto un accordo con la società greca Energean Oil and Gas per la cessione del 100% di Edison Exploration & Production, società in cui sono state convogliate tutte le attività relative al settore idrocarburi, e a cui attualmente fa capo – si legge nella nota ufficiale diramata dall’azienda di Foro Bonaparte, che è controllata dal gruppo francese EDF (Électricité de France) – “un portafoglio di circa 90 licenze in 9 Paesi nel Mediterraneo e in Nord Europa, corrispondenti a una produzione in quota di 49.000 barili al giorno al 31 dicembre 2018”.

Il prezzo dell’operazione – scrive ancora Edison – “è stato determinato sulla base di un enterprise value pari a 750 milioni di dollari, ed è previsto un corrispettivo aggiuntivo di 100 milioni all’avvio della produzione del giacimento di gas di Cassiopea in Italia. Inoltre, Edison avrà diritto a royalties associate a ulteriori potenziali sviluppi in Egitto che porterebbero il valore aggregato vicino a 1 miliardo di dollari. L’operazione include anche il trasferimento all’acquirente dei futuri obblighi di decomissioning (e dei relativi costi, che gli analisti stimano in alcune centinaia di milioni; ndr).

Il personale coinvolto nell’operazione ammonta complessivamente a 282 persone alla data del 30 giugno 2019, nei confronti dei quali “Energean Oil and Gas si è impegnata ad assicurare particolari condizioni di tutela, tenuto conto delle specifiche condizioni normative che regolano il rapporto di lavoro e le prassi di mercato esistenti nei diversi Paesi”.

Le risorse ricavate a seguito di questa operazione, il cui closing è fissato entro la fine dell’anno in corso e che per Edison comporterà una svalutazione a bilancio pari a 400-500 milioni di euro, “sosterranno il piano di sviluppo strategico di Edison che prevede investimenti particolarmente significativi in Italia nel triennio 2019-2021 destinati, prevalentemente, allo sviluppo di capacità di generazione da fonti rinnovabili e gas, nonché al rafforzamento della presenza della società sul mercato dei clienti finali e dei servizi di efficienza energetica”.

L’obiettivo strategico di Edison è infatti quello “di produrre entro il 2030 il 40% della propria energia da fonti rinnovabili e un target di emissioni pari a 0,26 kilogrammi di CO2 a kilowattora prodotto”.

Related posts