domenica, Settembre 25, 2022

SNAM FORMALIZZA IL SUO INGRESSO NEL RIGASSIFICATORE DI ROVIGO

Must read

Eni compie una nuova importante scoperta di gas a largo di Cipro

Eni annuncia una importante scoperta di gas con il pozzo Cronos-1, nel Blocco 6, a circa 160 chilometri al largo di Cipro, in una...

ExxonMobil scopre nuove riserve di petrolio

Il quinto progetto nel blocco Stabroek condotto dalla compagnia ExxonMobil, prende di mira i tre grandi giacimenti di Uaru, Mako e Snoek. Il pozzo Snoek-1...

Petrobras conclude la vendita dei giacimenti di Ceará

La compagnia petrolifera statale Petrobras, ha affermato in un comunicato di aver concluso la vendita di tutte le sue partecipazioni nei giacimenti onshore di...

Talos Energy e Pemex lavorano a un piano per sviluppare il campo offshore di Zama

La compagnia petrolifera statunitense Talos Energy ha riferito in un rapporto alla Security Exchange Commission che sta lavorando fianco a fianco con Pemex per...

E’ diventato effettivo in questi giorni l’accordo siglato a fine luglio tra SNAM ed Edison, in base al quale il gruppo energetico controllato dalla francese EDF avrebbe ceduto alla società di San Donato Milanese il proprio 7,3% detenuto in Adriatic LNG e il 100% di Infrastrutture Trasporto Gas (ITG), proprietaria del gasdotto che collega il rigassificatore di Rovigo alla rete terrestre.

Ora – spiega la stessa SNAM in una nota – si sono verificate le condizioni sospensive cui era subordinato il perfezionamento dell’operazione, e quindi l’acquisizione delle quote è stata completata.

Contestualmente, quindi, SNAM verserà a Edison il corrispettivo pattuito per il 100% di ITG e il 7,3% di Adriatic LNG: 225 milioni di euro più una potenziale quota sul valore dei nuovi contratti che la società firmerà per allocare la capacità del rigassificatore.

Con una capacità annuale pari a 9,6 miliardi di metri cubi, ITG è il terzo operatore italiano nel trasporto del gas naturale e gestisce il metanodotto che si estende per 83,3 km tra Cavarzere (Veneto) e Minerbio (Emilia Romagna), collegando il terminale di rigassificazione Adriatic LNG alla rete nazionale all’altezza di Minerbio.

Il rigassificatore di Rovigo, gestito da Adriatic LNG, ha contratti assicurati a lungo termine per circa l’80% della capacità e a medio termine per circa il 12%. La sua capacità di rigassificazione annua è pari a circa 8 miliardi di metri cubi, corrispondente al 50% della capacità di importazione di GNL italiana e a oltre il 10% del consumo nazionale di gas.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni compie una nuova importante scoperta di gas a largo di Cipro

Eni annuncia una importante scoperta di gas con il pozzo Cronos-1, nel Blocco 6, a circa 160 chilometri al largo di Cipro, in una...

ExxonMobil scopre nuove riserve di petrolio

Il quinto progetto nel blocco Stabroek condotto dalla compagnia ExxonMobil, prende di mira i tre grandi giacimenti di Uaru, Mako e Snoek. Il pozzo Snoek-1...

Petrobras conclude la vendita dei giacimenti di Ceará

La compagnia petrolifera statale Petrobras, ha affermato in un comunicato di aver concluso la vendita di tutte le sue partecipazioni nei giacimenti onshore di...

Talos Energy e Pemex lavorano a un piano per sviluppare il campo offshore di Zama

La compagnia petrolifera statunitense Talos Energy ha riferito in un rapporto alla Security Exchange Commission che sta lavorando fianco a fianco con Pemex per...

Pemex aiuterà a spegnere l’incendio del serbatoio di stoccaggio di petrolio a Cuba

Per ordine del Presidente del Messico, il personale specializzato della compagnia Pemex si è recato a Cuba per aiutare a estinguere l'incendio causato venerdì...